essenza_800x533

Olio essenziale da massaggi bio

Si può produrre un olio essenziale a casa, utilizzando essenze dal nostro orto, oppure erbe e fiori del giardino. Per la realizzazione dell’olio essenziale è necessario avere una base come (olio portante) un olio vegetale, sia questo olio extravergine di oliva o di mandorle.

L’olio di oliva è presente in molte case, quindi scegliamo questo per facilità.

Per quanto riguarda l’aroma del nostro olio possiamo utilizzare le erbe  a seconda delle stagioni e dei nostri gusti, alcuni esempi: timo, rosmarino, lavanda, aghi di pino, violetta, menta, rosa, melissa, ecc, purché biologiche e prive di pesticidi.

Gli aromi si possono utilizzare singolarmente o in abbinata, nel secondo caso serve una mano più esperta anche perché se ne devono conoscere le proprietà.

Cosa sono gli oli essenziali

Gli oli essenziali sono sostanze di composizione complessa, non sono oli di origine vegetale come l’olio di oliva, l’olio essenziale rappresenta la parte più regale della pianta. Dove si possono trovare? Possono essere presenti come minuscole goccioline nei petali dei fiori, nella buccia di alcuni frutti, nella resina e nella corteccia degli alberi e nelle radici delle erbe e piante aromatiche.

Scopri come fare il tuo olio essenziale

Ci sono 2 modi per fare l’olio essenziale in casa o a freddo o a caldo.

  • Realizzazione olio essenziale a freddo:

Schiacciare in una busta gli aromi con il mattarello per farne uscire l’olio, cercate di schiacciare con forza, poi inserite il tutto in un recipiente a bocca larga che si possa chiudere in alto (possibilmente con un tappo naturale, tipo sughero). Una volta lasciato riposare per circa 2 giorni filtrate con un panno.

  • Realizzazione olio essenziale a caldo:

Mettiamo tutti gli aromi in un recipiente con l’olio e a bagno maria cuciniamo per circa 6 ore a fuoco molto lento. Finita l’operazione filtrate con un panno.

Se non vi sentite adatti ci sono molti negozi che propongono prodotti naturali e oli bio, fate molta attenzione al marchio bio che certifica la produzione biologica.

Ora potete usare il vostro olio prodotto in casa o acquistato per un massaggio per contrastare stress ed ansia.

Le funzioni dell’olio essenziale e le proprietà delle piante

Gli oli essenziali hanno molteplici funzioni, grazie alla lavorazione hanno queste caratteristiche, naturali che servono per:

  • Attraggono gli insetti impollinatori utili per poter propagare la specie
  • Conservazione della specie , gli olii essenziali cadono attraverso le piogge nel terreno ed evitano che altre piante crescano nella stessa zona.
  • Conferire un sapore sgradevole conferiscono un sapore sgradevole per evitare che animali erbivori, come caprioli, cervi e daini le mangino
  • Difendere dai parassiti, una delle principali proprietà è la difesa da agenti esterni come parassiti
  • Proteggere dalle infezioni come batteri funghi ecc..

Ecco perché raccogliere queste essenze può essere utile anche per l’uomo, infatti molti olii essenziali difendono da parassiti e curano la nostra pelle.

Per qualche motivo evolutivo, le molecole degli oli essenziali hanno molta affinità con i tessuti del corpo umano, quindi riescono facilmente a penetrare nella cute, passando attraverso i follicoli, e da li passano anche nel sangue.

Portando benefici in tutto il corpo.

Infine, si possono assumere queste essenze anche per via interna, e cioè ingerendole diluendo 2 gocce nel miele. Ogni olio essenziale è dotato di una propria attività specifica (balsamico, digestivo, cicatrizzante e rilassante, depurativo), gli oli essenziali, nella quasi totalità, anche se in diversa misura, hanno proprietà antisettiche e antibiotiche e sono in grado di sostenere le nostre difese immunitarie.